logo

Aforismi

Da secoli fonte inspiratrice di scrittori, intellettuali e personaggi famosi, il vino ha segnato l’animo di innumerevoli donne e uomini che han lasciato un pensiero per questa divina bevanda:

Omero

Vino pazzo che suole spingere anche l’uomo molto saggio a intonare una canzone,
e a ridere di gusto, e lo manda su a danzare,
e lascia sfuggire qualche parola che era meglio tacere.

Anacreonte (circa 570 a.C. – circa 485 a.C.)

Cenai con un piccolo pezzo di focaccia,
ma bevvi avidamente un’anfora di vino;
ora l’amata cetra tocco con dolcezza
e canto amore alla mia tenera fanciulla.

Eschilo (525 a.C. – 456 a.C.)

Il bronzo è lo specchio del volto,
il vino quello della mente.

Pindaro (518 a.C. circa – 438 a.C. circa)

Il vino eleva l’anima e i pensieri, e le inquietudini
si allontanano dal cuore dell’uomo.

Euripide (480 a.C.- 406 ca. a.C.)

E dove non è vino non è amore;
né alcun altro diletto hanno i mortali.

Ippocrate (460 a.C. – 377 a.C.)

Il bere vino puro calma la fame.

Aristofane (450 a.C. – 388 a.C.)

Bevendo gli uomini migliorano:
fanno buoni affari,
vincono le cause,
son felici
e sostengono gli amici.

Tito Lucrezio Caro (98/96 a.C. – 55/53 a.C.)

La forza sconvolgente del vino penetra l’uomo
e nelle vene sparge e distribuisce l’ardore

Gaio Valerio Catullo (84 a.C. – 54 a.C.)

E voi dove vi piace andate, acque turbamento del vino,
andate pure dagli astemi: qui c’è il fuoco di Bacco.

Albio Tibullo ( 54 a.C. Circa – 19 a.C.)

Nel vino voglio soffocare i dolori,
al vino chiedo che faccia scendere
negli occhi stanchi, consolatore, il sonno

Ovidio (43 a.C. – 17 d.C.)

Il vino prepara i cuori
e li rende più pronti
alla passione.

Aulo Cornelio Celso (25 a.C. – 50 d.C.)

Fra’ vini è più sostanzioso quello raccolto in un suolo benigno che in un terreno leggero;
più quello di un clima temperato, che quello raccolto in un luogo umido,
o troppo secco, troppo freddo, o troppo caldo.

Plinio il Vecchio (24 – 79)

Due sono i liquidi più graditi al corpo umano: all’interno il vino, all’esterno l’olio

Petronio Arbitro (27 – 66)

Il vino ha dunque una vita più lunga della nostra?
Ma noi, fragili creature umane, ci vendicheremo ingoiandolo tutto.
Nel vino è la vita.

Al-Akhtal (640-710)

L’ebbrezza del vino uccide e fa rinascere:
piacevole è la morte che procura, ma ancor più lo è la vita

Wei Zhuang (836 – 910)

Vicino all’urna del vino, la ragazza è come la neve.
I suoi polsi bianchi come brina, come neve

Omar Ḫayyām (1048 – 1131)

Lo splendore della luna, colla sua luce,
ha dilacerata la veste della notte; bevi vino,
ché un momento simile non è possibile trovare;
sii lieto e pensa che molti splendori di luna
verranno l’un dopo l’altro sulla faccia della terra.

Omar Ḫayyām (1048 – 1131)

Bevi vino, ché non sai donde sei venuto:
sii lieto, perché non sai dove anderai.

Cecco Angiolieri (1260 – 1312 circa)

Sia benedetto chi per
primo inventò il vino
che tutto il giorno mi fa stare allegro.

Mahmūd Shabistarī (1288 – 1340)

Bevi il vino poiché la coppa è il volto dell’amico.

Luigi Pulci (1432 – 1484)

Ma sopra tutto nel buon vino ho fede,
e credo che sia salvo chi lo crede

Leonardo da Vinci (1452 – 1519)

Il vino è bono, ma l’acqua avanza. In tavola.

François Rabelais (circa 1494 – 1553)

Nel vino è celata la verità. La Diva Bottiglia vi ci manda:
siate voi stessi interpreti della vostra scoperta.

François Rabelais (circa 1494 – 1553)

Quando io bevo penso, quando penso bevo!

Giovanni Della Casa (1503 – 1556)

Sconvenevol costume è anco, quando alcuno mette il naso
in sul bicchier del vino che altri ha a bere.

William Shakespeare (1564 – 1623)

Com’è vero che nel vino c’è la verità
ti dirò tutto, senza segreti.

William Shakespeare (1564 – 1623)

Oh tu, invisibile spirito del vino,
se proprio non hai alcun nome con cui ti si possa chiamare,
lascia pur che ti si chiami col nome del demonio!

Galileo Galilei (1564 – 1642)

Il vino è un composto di umore e luce.

Ben Jonson (1572 – 1637)

O anche solo lascia un bacio nella coppa,
e non chiederò vino.

George Herbert (1593-1633)

L’amore inespresso è come il vino tenuto
nella bottiglia: non placa la sete

John Milton (1608-1674)

Quando la notte ottenebra le strade,
allora vagano i figli di Belial,
colmi di vino e d’insolenza.

Molière (1622 – 1673)

Grande è la fortuna di colui che possiede una buona bottiglia,
un buon libro, un buon amico.

Blaise Pascal (1623 – 1662)

Troppo vino o troppo poco: se non gliene date,
non può trovare la verità;
se gliene date troppo, neppure.

Nicolas Boileau (1636-1711)

Si è sapienti quando si beve bene:
chi non sa bere, non sa nulla.

Benjamin Franklin (1706 -1790)

Non si può vivere bene dove non si beve bene.
Il vino rende più facile la vita di tutti i giorni, meno affrettata, con meno tensioni e più tolleranza.
Chiedi consiglio al vino, ma poi togliti ogni dubbio con l’acqua.
[L’almanacco del povero Riccardo]

William Shenstone (1714 – 1763)

L’indipendenza è un cordiale
migliore del tocai

Johann Wolfgang von Goethe (1749 – 1832)

La vita è troppo breve
per bere vini mediocri.

Johann Wolfgang von Goethe (1749 – 1832)

Una donna e un bicchiere di vino soddisfano ogni bisogno,
chi non beve e non bacia è peggio che morto.

Anthelme Brillat-Savarin (1755 – 1826)

Un pasto senza vino è come un giorno senza sole.

William Blake (1757 – 1827)

Il miglior vino è il più vecchio,
l’acqua migliore è la più nuova.

Johann Christoph Friedrich von Schiller (1759 – 1805)

Quando il vino entra, strane cose escono.

Ugo Foscolo (1778 – 1827)

Chi non s’ubriaca perché naturalmente odia il vino, merita lode di sobrio?

Arthur Schopenhauer (1788 – 1860)

Chi non ama le donne il vino e il canto,
è solo un matto non un santo.

Arthur Schopenhauer (1788 – 1860)

Se il proprio sé non vale molto, allora tutti i piaceri
sono come vini eccellenti in una bocca tinta di bile

Friedrich Rückert (1788 – 1866)

A ben riflettere, si può bere il vino per cinque motivi:
primo per far festa, poi per colmare la sete,
poi per evitare di avere sete dopo,
poi per fare onore al buon vino e, infine, per ogni motivo.

Lord Byron (1788 – 1824)

Predicar non val; matto è chi sprezza
l’allegrezza, le donne e il vecchio vino,
ché il meglio della vita è nell’ebbrezza.

Lord Byron (1788 – 1824)

Ma fra il vino e l’amor, non saprei quali sian ragion di scelta: a mio parere, per non far torto a cose in pregio eguali, direi che meglio sia scegliere l’una e l’altra, che non sceglierne nessuna.

John Keats (1795 – 1821)

Datemi libri, frutta, vino francese, un buon clima
e un pò di musica fuori dalla porta,
suonata da qualcuno che non conosco.

Giacomo Leopardi (1798 – 1837)

Il vino è il più certo, e (senza paragone) il più efficace consolatore.

Aleksandr Sergeevič Puškin (1799 – 1837)

Gettiamo via gli affanni! Scorri vino in un fiume di schiuma
in onore di Bacco, delle muse, della bellezza.

Aleksandr Sergeevič Puškin (1799 – 1837)

Ecco la felicità della vita,
Amore e vino ugualmente dobbiamo aver vicino.

Victor Hugo (1802-1885)

Dio non aveva fatto che l’acqua, ma l’uomo ha fatto il vino!

Ludwig Feuerbach (1804-1872)

La felicità, come un vino pregiato,
deve essere assaporata sorso a sorso.

Robert Browning (1812 – 1889)

La nostra Arte ebbe inizio quando Bacco […]
scoprì – non l’ultimo dei suoi favori –
che il vino schiudeva le labbra più serrate, sciogliendo
la lingua secca e restia allo scherzo.

Wilhelm Richard Wagner (1813 – 1883)

Alimenti vegetali invece che animali sono la chiave della rigenerazione.
Gesù prese il pane al posto della carne
e il vino per sostituire il sangue nell’Ultima Cena.

Emily Brontë (1818 – 1848)

Ho sognato nella mia vita, sogni che son rimasti sempre con me,
e che hanno cambiato le mie idee; son passati attraverso il tempo
ed attraverso di me, come il vino attraverso l’acqua,
ed hanno alterato il colore della mia mente.

Charles Baudelaire (1821 – 1867)

Chi beve solo acqua
ha un segreto da nascondere.

Charles Baudelaire (1821 – 1867)

Il vino sa rivestire il più sordido tugurio
d’un lusso miracoloso
e innalza portici favolosi
nell’oro del suo rosso vapore,
come un tramonto in un cielo annuvolato.

Charles Baudelaire (1821 – 1867)

Beltà, il tuo sguardo, infernale e divino,
versa, mischiandoli, beneficio e delitto:
per questo ti si può paragonare al vino.

Charles Baudelaire (1821 – 1867)

Il vino e l’uomo mi fanno pensare a due lottatori tra loro amici,
che si combattono senza tregua, e continuamente rifanno la pace.
Il vinto abbraccia sempre il vincitore.

Ernst Engel (1821 – 1896)

Il miracolo del vino consiste nel rendere l’uomo
ciò che non dovrebbe mai cessare di essere: amico dell’uomo.

Emily Dickinson (1830 – 1886)

L’impossibilità, come il vino
inebria l’uomo che la gusta

Mark Twain (1835 – 1910)

Immergemmo le nostre anime assetate
nel vino ristoratore del passato.

Mark Twain (1835 – 1910)

I miei libri sono come l’acqua, quelli dei grandi talenti sono vino.
Tutti bevono acqua.

Emilio Praga (1839 – 1875)

Me lo ha detto il vino, e il vin non erra.

Emilio Praga (1839 – 1875)

Dà il giovane vino alla malinconia la buonanotte.

Edoardo VII (1841 – 1910)

Il vino non si beve soltanto, si annusa, si osserva,
si gusta, si sorseggia e… se ne parla.

Ambrose Bierce (1842 – 1914)

L’astemio: un debole che cede alla tentazione
di negarsi un piacere.

Antonio Fogazzaro (1842 – 1911)

Il vino ha una pastosa pienezza ch’empie palato e anima di sapore.

Friedrich Nietzsche (1844 – 1900)

Solleticata da venti sottili come da vini frizzanti,
la mia anima sternutisce, – sternutisce e grida a se stessa giubilante:
Salute! Così parlò Zarathustra.

Friedrich Nietzsche (1844 – 1900)

Voluttà: solo per gli appassiti un veleno dolciastro,
ma per coloro che hanno una volontà leonina la grande corroborazione del cuore,
e il vino dei vini degno di venerante riguardo.

Friedrich Nietzsche (1844 – 1900)

Anima mia, alla tua zolla detti da bere ogni saggezza,
tutti i vini nuovi e anche tutti i forti vini della saggezza,
vecchi di immemorabile vecchiezza.
Anima mia, io ti innaffiai con ogni sole e notte e silenzio e anelito:
– e così tu crescesti per me come una vite.
Anima mia, ora sei traboccante di ricchezza e greve,
una vite dalle gonfie mammelle e dai grappoli densi, bruni come l’oro: –
– densa e compressa di felicità, in attesa per la tua sovrabbondanza,
e vergognosa perfino del tuo aspettare.

Paul Verlaine (1844 – 1896)

L’amore tuo diffonde il suo vigore in tutto il mio essere, come un vino.

Edmondo de Amicis (1846 – 1908)

Il vino aggiunge un sorriso all’amicizia
ed una scintilla all’amore.

William Ernest Henley (1849 – 1903)

Io sono bellezza e amore;
io sono amicizia, tuo conforto;
io sono colui che dimentica e perdona:
lo spirito del vino.

Oscar Wilde (1854 – 1900)

Per conoscere l’annata e la qualità di un vino
non è necessario berne l’intero barilotto.

Henri de Régnier (1864-1936)

Il vino è una specie di riso interiore che per un istante
rende bello il volto dei nostri pensieri.

Pierre-Jules Renard (1864 – 1910)

Per aver successo bisogna aggiungere acqua al proprio vino, finché non c’è più vino.

Gilbert Keith Chesterton (1874 – 1936)

Nessuno è più pericoloso di un uomo privo di idee,
il giorno che ne avrà una gli darà alla testa come il vino a un astemio.

Carl Gustav Jung (1875 – 1961)

Il vino della giovinezza a volte non diventa chiaro
con il passare del tempo, ma torbido.

Antonio Machado (1875 – 1939)

Il vino è talvolta una scala di sogno.

Hermann Hesse (1877 – 1962)

Il vino mi ama e mi seduce solo fino al punto in cui il suo e il mio spirito
si intrattengono in amichevole conversazione.

Virginia Woolf (1882 – 1941)

Il mio spirito è avido soltanto di verdi campi, di sole, di vino;
di starmene seduta a non far niente.

James Joyce (1882 – 1941)

Il vino fulgido sul palato indugiava inghiottito.
Pigiare nel tino grappoli d’uva. Il calore del sole, ecco che cos’é.
È come una carezza segreta che mi risveglia ricordi.

Kahlil Gibran (1883 – 1931)

Come si ricorda il sapore del vino quando il bicchiere
ed il suo colore sono ormai perduti.

Umberto Saba (1883 – 1957)

La vita è cosí amara,
il vino è cosí dolce;
perché dunque non bere?

Libero Bovio (1883 – 1942)

L’acqua divide gli uomini; il vino li unisce.

Corrado Govoni (1884 – 1965)

Ma che ebbrezza può dare il più famoso vino, se a riceverlo dentro
non c’è almeno l’ombra stanca di un sogno?

Karen Christence Dinesen (1885 – 1962)

Che cos’è l’uomo, quando ci pensi, se non una macchina complicata
e ingegnosa per trasformare, con sapienza infinita,
il rosso vino di Shiraz in orina?

Fernando Pessoa (1888 – 1935)

Nei calici della mia meditazione bevo soltanto il […] del vino biondo;
lo bevo solo con gli occhi, chiudendoli, e la vita passa come una vela lontana.

Eugenio Montale (1896 – 1981)

L’uomo è come il vino:
non tutti i vini invecchiando migliorano;
alcuni inacidiscono.

Bertold Brecht (1898 – 1956)

Sempre pronto a una nuova idea e ad un antico vino.

Ernest Hemingway (1899 – 1961)

Il vino è uno dei maggiori
segni di civiltà nel mondo.

Rosamond Lehmann (1901 – 1990)

A me piace il vino, qualunque vino. Non lo rifiuto mai.
Quanto allo champagne, chi non sa che è il miglior tonico che esista?
Non posso farne a meno.

Nazim Hikmet (1902 – 1963)

‎Riempi il tuo cranio di vino prima che si riempia di terra.

Anaïs Nin (1903 – 1977)

Il sesso non prospera nella monotonia. Senza sentimento, invenzioni, stati d’animo non ci sono sorprese a letto.
Il sesso deve essere innaffiato di lacrime, di risate, di parole, di promesse, di scenate, di gelosia,
di tutte le spezie della paura, di viaggi all’estero, di facce nuove, di romanzi,
di racconti, di sogni, di fantasia, di musica, di danza, di oppio, di vino.

Marguerite Yourcenar (1903 – 1987)

Il vino della lussuria attinge il proprio vigore dai succhi dell’anima
come da quelli del corpo

Pablo Neruda (1904 – 1973)

Io sono colui che conserva sulle labbra il sapore degli acini.
Grappoli ammaccati. Morsi vermigli.

Pablo Neruda (1904 – 1973)

Amo sulla tavola, quando si conversa,
la luce di una bottiglia di intelligente vino.

Salvador Dalí (1904 – 1989)

I veri intenditori non bevono vino:
degustano segreti.

Mario Soldati (1906 – 1999)

Il vino è la poesia della terra.

Wystan Hugh Auden (1907 – 1973)

Tutto intorno al falò rituale
del Solstizio d’estate,
altra generazione,
che non cammina mai, non beve vino,
va in giro come transistor.

Mario Tobino (1910 – 1991)

Ci sono delle pagine che puzzano di vino, delle pagine dove c’è la sera, lenta;
altre pagine sono notturne nelle quali i pipistrelli battono le ali.

Federico Fellini (1920 – 1993)

Un buon vino è come un buon film:
dura un istante e ti lascia in bocca un sapore di gloria;
è nuovo ad ogni sorso e, come avviene con i film,
nasce e rinasce in ogni assaggiatore.

Charles Bukowski (1920 – 1994)

Alcuni non diventano mai folli. I loro vini devono essere proprio noiosi.

Leonardo Sciascia (1921 – 1989)

Oh i bei cretini di una volta! Genuini, integrali.
Come il pane di casa. Come l’olio e il vino dei contadini.

Mario Rigoni Stern (1921 – 2008)

I ricordi sono come il vino che decanta dentro la bottiglia:
rimangono limpidi e il torbido resta sul fondo.
Non bisogna agitarla, la bottiglia.

Jack Kerouac (1922 – 1969)

Con addosso solo le mutandine da bagno, scalzo,
con i capelli scarmigliati, nel buio rosso fuoco, sorseggiando vino,
sputando, saltando, correndo… così si vive.

Jack Kerouac (1922 – 1969)

Siedo scomposto su un mucchio di fieno. Scrivo haiku. E bevo vino.

Jack Kerouac (1922 – 1969)

C’è saggezza nel vino.

Luigi Veronelli (1926 – 2004)

I vini bevibili soprattutto con amore sono come le belle donne, differenti, misteriosi e volubili, ed ogni vino come una donna va preso.
Comincia sempre col rifiutarsi con garbo o villania, secondo temperamento e si concede solo a chi aspira alla sua anima, oltre che al suo corpo.
Apparterrà a colui che la scoprirà con delicatezza.

Pierre Sansot (1928 – 2005)

In campagna, dopo una giornata di lavoro, gli uomini alzavano il bicchiere
di vino all’altezza del viso, lo osservavano, gli facevano prendere luce
prima di berlo con cautela. Gli alberi centenari seguivano il loro destino
secolo dopo secolo e una tale lentezza rasentava l’eternità.

Edoardo Sanguineti (1930 – 2010)

Viva il vivo vinello vivacissimo:
incendia e infiamma le mie intercapedini.

Alda Merini (1931 – 2009)

A me piacciono gli anfratti bui delle osterie dormienti,
dove la gente culmina nell’eccesso del canto, a me piacciono le cose bestemmiate e leggere,
e i calici di vino profondi, dove la mente esulta, livello di magico pensiero.

Alda Merini (1931 – 2009)

Vino, gagliardo come la dea ragione.

Wilbur Addison Smith (1933)

Alcune viti crescono nel terreno sbagliato, altre si ammalano prima della vendemmia
e altre ancora sono rovinate da un cattivo viticoltore.
Non tutta l’uva fa il vino buono.

Charles Simic (1938)

Il miglior argomento in favore del vino, del tabacco,
del sesso e dei discorsi a vanvera
consiste nel fatto che ogni maggioranza cosiddetta morale li condanna.

Charles Simic (1938)

“Se Dio non voleva che bevessimo, perché ha fatto il vino così buono?”. Chi l’ha detto?

Eduardo Hughes Galeano (1940)

Siamo tutti mortali fino al primo bacio e al secondo bicchiere di vino.

Luis Sepùlveda (1949)

A volte il vino è la manifestazione liquida
del silenzio.

Luis Sepùlveda (1949)

…poichè le parole sono come il vino:
hanno bisogno del respiro e di tempo
perchè il velluto della voce riveli
il loro sapore definitivo.

Erri De Luca (1950)

Per il sangue che hai perso, il vino pareggia.

Muriel Barbery (1969)

Il vino è un raffinato gioiello che solo le donne mature preferiscono
unanimemente agli Strass scintillanti ammirati dalle ragazzine.